ITINERARIO DEL VINO DI LANZAROTE

di Cristian

(aggiornato Dicembre 2023)

Camminare è sicuramente il modo più economico ed ecologico di spostarsi, e oltretutto ti permette di godere e cogliere, grazie alla lentezza, tutti quei particolari che stimolano i nostri sensi. Proprio per questo motivo, concedersi del tempo per camminare tra le vigne de La Geria di Lanzarote, può essere un’esperienza che difficilmente si dimentica.

Lungo il nostro cammino, a stuzzicare la nostra vista sono i colori predominanti del paesaggio: il nero del terreno che fa da sfondo, il verde delle viti che spuntano sembra quasi da sotto il terreno, l’azzurro del cielo che a Lanzarote non manca mai e il bianco delle bodegas e delle abitazioni tipiche.

Tutto sapientemente mescolato, dove nessuna tonalità sovrasta le altre in modo da risultare perfettamente equilibrato.

vino di lanzarote

Al naso arriva prima di tutto e soprattutto il mare; mare che è ovunque, e su un’isola non potrebbe essere altrimenti, che fa sentire la sua presenza attraverso i venti che lo trasportano fin dentro il cuore di questa terra. Un mare, anzi un oceano, che si sente anche dentro il vino donando una caratteristica sapidità dai toni minerali mai troppo invadenti.

E alla bocca? Restano solo espressioni di meraviglia e talvolta si resta senza parole, oltre a quell’acquolina che nasce dalla curiosità di assaggiare un vino così particolare, dal bianco (blanco) fatto con la Malvasía Volcánica (vitigno autoctono), al rosso (tinto) prodotto con la uva Listán negro (l’altra varietà autoctona Canaria) o il Syrah.

vino di lanzarote

Ma andare a spasso per La Geria non significa solo apprezzare le bellezze del paesaggio, ma anche imbattersi in cantine che offrono al turista una interpretazione propria del vino locale, talvolta prodotto utilizzando uve autoctone in purezza e talvolta in uvaggi (per il vino tinto) sapientemente scelti per valorizzare dal punto di vista aromatico le uve locali.

CANTINE

Il vino di Lanzarote può fregiarsi della Denominaciòn de Origen Vinos de Lanzarote (l’equivalente della nostra DOC) dal 14 dicembre 1993. Questo riconoscimento certifica da un lato la qualità del vino prodotto nell’isola, e dall’altro garantisce, attraverso una serie di controlli che vengono effettuati a partire dalla vendemmia fino all’imbottigliamento, che il vino prodotto rispetti tutte le caratteristiche previste dal disciplinare.

Fanno parte di questa Denominación più di 30 cantine (o bodegas), per una produzione annuale che si attesta su una media di 2 milioni di bottiglie all’anno, di cui solo circa un 15% destinato all’esportazione.

Molte di queste bodegas – ma non tutte – si trovano nella zona dell’isola conosciuta come La Geria, il cuore dell’isola, all’interno di un triangolo al cui vertice sud c’è il comune (pueblo) di Uga, in quello a est San Bartolomé ed in quello a nord-ovest Tinajo.

La strada del vino, non ufficiale, è unanimemente considerata quella che attraversa longitudinalmente La Geria, vale a dire la LZ-30, un lungo nastro di asfalto di 16 km che ha come vertici estremi il Monumento del Campesino a nord e la Rotonda de Los Camellos a sud.

Vi è un’altra piccola area a nord dell’isola dove si trovano dei vigneti ed alcune bodegas: è l’area di Ye-Lajares, situata fra il pueblo di Haría e quello di Orzola, nella punta settentrionale di Lanzarote.

Delle 30 bodegas facenti parte della Denominaciòn, solo una parte sono sempre aperte al pubblico ed offrono visite guidate sia in cantina che in vigna, mentre solo una offre la possibilità di effettuare la visita ad un vero Museo del Vino, dove sono custoditi antichi macchinari ed utensili utilizzati per la vendemmia e la produzione di vino.

Andiamo a vedere quali sono le cantine più interessanti da visitare!

EL GRIFO

È La bodega più antica delle Canarie, ed una delle più antiche in Spagna, che vanta una storia vitivinicola a partire dal 1775.

È anche la sede del Museo del Vino, in cui sono conservati gli attrezzi usati nel passato, i primi macchinari impiegati per fare il vino (gli antenati delle attuali diraspatrici e pigiatrici), i locali dove veniva affinato il vino ed una vasta galleria fotografica raffigurante i campesinos (contadini) dell’epoca impegnati durante le fasi della vendemmia.

vino di lanzarote

Una peculiarità di El Grifo è la presenza di viti di moscatel risalenti alla metà del 1800 e che ancora oggi instancabilmente producono uva.

Una longevità del genere è dovuta al fatto che a Lanzarote non sia arrivata la fillossera con i suoi devastanti effetti. Mentre nel resto d’Europa si sono dovuti attivare modi drastici per arginarla, qui le piante sono potute crescere indisturbate raggiungendo forme e dimensioni difficilmente immaginabili per chi è abituato ai classici vigneti continentali.

vino di lanzarote

Ovviamente da El Grifo, come nelle altre cantine isolane, si è deciso di puntare sul vino di qualità e quello prodotto da questa azienda mescola le tradizioni di un tempo con le esigenze attuali, per venire incontro ai palati contemporanei.

La produzione passa dal blanco prodotto con la Malvasía Volcánica, in alcuni casi con affinamento in barrique, al tinto prodotto con Listán negro in purezza o in uvaggio con l’internazionale syrah.

Da segnalare un vino tinto, la Reserva de Familia, monovarietale prodotto con uve syrah, molto strutturato nei profumi che volgono allo speziato così come nel sapore, con i tannini morbidi e maturi dovuti alla fermentazione in barrique, ed una lunga e piacevole persistenza.

INFO UTILI

Le visite sono libere, senza prenotazione e gli orari sono i seguenti: 10-18 tutti i giorni (domenica inclusa).

DOVE: Carretera, LZ-30, Km 11 – MAPPA


LA GERIA

Proseguendo nel nostro trekking enologico, un’altra bodega importante è La Geria, fondata alla fine del 1800 e proprietaria di molti ettari all’interno della omonima zona.

vino di lanzarote

Anche a La Geria le uve coltivate sono le classiche Malvasía Volcánica, il Moscatel, il Listán Negro e, come per le altre realtà isolane, si cerca di dare al proprio vino una connotazione personale, un’identità riconoscibile, con dei risultati veramente notevoli.

Da segnalare il loro vino blanco, il Manto, prodotto con un’attenta selezione di uva Malvasía Volcánica.

INFO UTILI

Le visite sono libere, senza prenotazione e gli orari sono i seguenti: 10-19 tutti i giorni (domenica inclusa).

DOVE: Carretera de La Geria, km.19 – MAPPA


VEGA DE YUCO

Vega de Yuco è una delle tappe da fare per conoscere il vino di Lanzarote.

Rafael Jesus Espino, lanzaroteño autentico, la fonda nel 1997 e decide di distinguersi da subito creando una linea fortemente caratteristica, partendo dalla iconica bottiglia blu studiata e realizzata da uno studio italiano di Burano.

Nasce così Yaiza, la linea entry-level di Vega de Yuco, e che diventa in breve tempo quella più famosa e riconoscibile dell’isola.

L’azienda può contare su circa 30 ettari di terreno vitato e una produzione che tiene una media di 300-400 mila bottiglia all’anno, a seconda dell’andamento climatico, ultimamente imprevedibile anche da questa parte del mondo.

L’azienda non è visitabile, però offre la possibilità di visitare una finca, un’antica abitazione dove si faceva il vino, ubicata all’interno di una parcella di vigneto; si chiama finca Testeina, un edificio tipico di Lanzarote del XVI secolo e all’interno dell’area protetta de La Geria.

Qui potrete visitare la finca, fare un giro per il vigneto e degustare i vini di Vega de Yuco, sempre aiutati da una guida locale che vi spiegherà per filo e per segno ogni dettaglio del vino di Lanzarote e dell’azienda.

INFO UTILI

La visita è in spagnolo o inglese, e potete prenotarla cliccando su questo link.

Le visite sono tutti i martedì alle 11 in inglese e tutti i giovedì alle 12 in spagnolo. Il costo è di 22€ a persona.

DOVE: LZ-30, km 13 – MAPPA


BODEGA STRATVS

L’azienda Stratvs (Stratus) situata nella zona de La Geria, molto vicino al Parco Nazionale di Timanfaya, è stata inaugurata nel 2008 con l’intento di preservare quel modo tradizionale di coltivare l’uva e il vino, unico al mondo, di Lanzarote.

Con un’architettura molto attenta e rispettosa dello spettacolare ambiente che la circonda, l’azienda vinicola Stratvs propone visite guidate delle strutture per conoscere la tecnica di produzione ed elaborazione dei suoi vini, tra cui spicca quello bianco, con la sua Uva Malvasía, la varietà caratteristica dei vini di Lanzarote.

Sulla piacevole e spaziosa terrazza del Ristorante Stratvs, circondata da molta vegetazione e sotto una tenda in vetro colorato, potrete gustare un menu preparato con prodotti della Finca de Uga, la realtà casearia appartenente alla stessa famiglia.

Nel negozio Gourmet troverete, oltre ai vini Stratvs, formaggi e altri latticini di Finca de Uga, come yogurt e latte di capra, burro e prodotti artigianali di Lanzarote, come i mojo (salse) delle Canarie, sali naturali e aromatizzati, oli locali e marmellate artigianali.

INFO UTILI

Le visite sono su prenotazione cliccando su questo LINK e hanno un costo di 20€ a persona.

Gli orari sono i seguenti: 10-19 tutti i giorni (domenica inclusa).

DOVE: Calle La Geria, 21 – MAPPA


BODEGAS RUBICON

Per conoscere la storia di Bodegas Rubicón dobbiamo risalire al 1570, data del primo documento scritto conservato relativo alla proprietà. Inizialmente era un podere in cui si coltivava il grano fino al 1730, da cui iniziarono 6 anni di eruzioni che modificarono e distrussero molte aree della zona.

Dopo questo drammatico periodo, nel podere si iniziò a coltivare la vite, come molti altri fecero trasformando la coltivazione del grano in viticoltura.

La storia moderna di Bodegas Rubicón inizia nel 1979 quando Don Germán López Figueras, grande appassionato di vino, acquista il Cortijo de La Geria, allora appartenente alla famiglia Fajardo.

Nel corso degli anni furono aumentati gli ettari di vigneto, furono restaurate la vecchia casa e la cantina e fu realizzato un ampliamento dove oggi si producono i vini Rubicon.

Situata nel Parco Naturale La Geria e incorniciata da alberi di eucalipto secolari, la cantina si erge solennemente affacciata sul Parco Nazionale di Timanfaya.

Si può girare autonomamente per il complesso e nel vigneto; è presente anche il negozio dove poter comprare la degustazione (non guidata) e le bottiglie. C’è anche il ristorante, che offre la possibilità di degustare deliziose tapas e piatti delle Canarie. La cucina, realizzata con prodotti locali e freschi, permette di assaporare il meglio della terra e del mare di Lanzarote; tutto questo accompagnato dai vini Rubicón.

INFO UTILI

Le visite sono libere, senza prenotazione e gli orari sono i seguenti: 10-20 tutti i giorni (domenica inclusa).

DOVE: Crta. Teguise-Yaiza, 2 – MAPPA

La cosa importante a Lanzarote è godersi il vino.

Quindi ad un certo punto posiamo le scarpe, rilassiamoci e godiamoci il viaggio.

Se hai ancora sete di Lanzarote, clicca qua e sarai teletrasportato nel nostro articolo “Il vino che  nasce dal centro della Terra”.

IL MODO MIGLIORE PER VISITARE LANZAROTE?

SCOPRI QUI COME E DOVE NOLEGGIARE UN’AUTO

Dallo stesso argomento...