WEEKEND DI VINO IN PIEMONTE: ITINERARIO ENO-GASTRONOMICO AD ASTI

di Cristian

Asti evoca immagini di festa e bollicine, grazie al suo prodotto più celebre, quell’Asti Spumante che impreziosisce le nostre tavole nelle occasioni importanti.

Ma forse non tutti sanno che Asti è stata uno dei centri commerciali più importanti e vitali del Medioevo, grazie al suo status, molto raro allora,  di libero comune.

Il centro di Asti sorge a circa 55 chilometri a sud-est di Torino, nella valle del fiume Tanaro il quale, dopo aver ricevuto gli affluenti Borbore, Valbrenta e Versa, la delimita a sud. La città sorge in mezzo a celebri colline, quelle di Langhe e Monferrato, famose in tutto il mondo per i loro vini ed è in una posizione favorevole quasi nel cuore del Piemonte.

Asti è una delle regine dell’enogastronomia del Piemonte e la patria di Spumante e Barbera.

A proposito di vino. Asti e la sua provincia sono sì famose per questi due vini, ma ce ne sono molti altrettanto degni di nota.

Mentre nel Basso Monferrato, la parte a nord del Tanaro, è la Barbera d’Asti a farla da padrona, è nell’Alto Monferrato (condiviso con la provincia di Alessandria) che abbiamo una maggior varietà di vitigni coltivati e vini prodotti.

In questa zona, oltre al già citato Spumante, vengono coltivate varietà autoctone come il Ruchè (Castagnole Monferrato, DOCG), il Moscato bianco per la DOC Loazzolo, la Malvasia di Schierano e la Malvasia di Casorzo per le rispettive omonime DOC.

Una menzione particolare meritano il Grignolino d’Asti, vitigno autoctono un tempo sottovalutato e oggi giustamente tornato prepotentemente alla ribalta, e la Freisa d’Asti, per cui vale un po’ lo stesso discorso di recupero del Grignolino.

Asti dunque è la meta ideale per un paio di giorni dedicati al buon vino ed al buon cibo, senza dimenticare le bellezze architettoniche che caratterizzano il centro della città, in questo senso il secondo più ricco del Piemonte dopo Torino. 

Andiamo allora a scoprire i luoghi che un wine-lover assolutamente non può mancare ad Asti.

CANTINE (IN PROVINCIA DI ASTI)

Braida di Giacomo Bologna – Rocchetta Tanaro – mappa

Tutto nasce da un soprannome: Braida è infatti il nomignolo con cui Giuseppe Bologna era conosciuto come giocatore di “pallone elastica”, il gioco più famoso e seguito nell’astigiano.

Questo soprannome è stato ereditato dal figlio Giacomo che ha deciso di chiamare così l’azienda vitivinicola di famiglia.

Oggi sono i figli di Giacomo, Beppe e Raffaella a dirigere l’azienda, che vede nel Bricco dell’Uccellone la più alta espressione di Barbera d’Asti.

Per prenotare la visita, chiama il numero 0141 644113 / 335 1559195 oppure scrivi a info@braida.it

Michele Chiarlo – Calamandrana – mappa

Che il Monferrato fosse un territorio dalle sconfinate potenzialità, Michele Chiarlo l’aveva intuito fin da subito, quando nel 1956 fonda la sua azienda vitivinicola.

Fu uno dei primi a crederci, ed il tempo gli ha dato ampiamente ragione. Il suo progetto si basa su vini dallo stile ricercato, ma anche sulla sostenibilità, l’arte e la cultura.

Molte le etichette prodotte, anche di Langa, ma nella zona dell’astigiano assolutamente da provare è il Nizza DOCG Riserva La Court Vigna Veja, una barbera intensa ed elegante, complessa, con note di piccoli frutti neri, amarene, rabarbaro, cioccolato.

Per prenotare la visita, chiama il numero 0141 769030 oppure scrivi a info@chiarlo.it

Contratto – Canelli – mappa

Dal 1867 nel cuore di Canelli, Casa Contratto è diventata negli anni un punto di riferimento dell’enologia astigiana, e dell’Asti Spumante in particolare.

L’edificio storico è un vanto non solo per Asti ma per l’Italia intera; le sue cantine scavate a 30 metri di profondità sono uno spettacolo, così come le visite con degustazione, nelle magnifiche sale interne.

Punto di forza il loro Asti Spumante Metodo Classico De Miranda, la vetta indiscussa della denominazione.

Per prenotare la visita, chiama il numero 0141 823349 oppure scrivi a info@contratto.it – elisa@contratto.it

Cantine Coppo – Canelli – mappa

Sulla strada per Alba, nel territorio comunale di Canelli, si trova questa storica azienda, le cui cantine sono state dichiarate dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, un riconoscimento prestigioso alle “Cattedrali Sotterranee”, un tempio dedicato al vino, alla sua storia e al duro lavoro dell’uomo. 

La visita, super-interessante, si articola in sette stazioni in cui viene illustrato il passato della Cantina, passando attraverso i luoghi che ne hanno fatto la storia.

Per prenotare la visita, chiama il numero 0141 823146 oppure scrivi a info@coppo.it – visit@coppo.it

RISTORANTI AD ASTI

Osteria del Diavolo – P.zza San Martino 6 (AT) – tel. 0141 30221

Nel cuore del centro storico di Asti, si trova questa semplice ma curata osteria. 

Il loro motto è “Quando la cucina piemontese e ligure si incontrano” a prova del fatto che qui potrai trovare i piatti della tradizione locale e quelli tipici della vicina Liguria. 

Il Brillo Parlante – Via Garetti 26 (AT) – tel. 0141 598637

Questa piccola e accogliente osteria si trova a poca distanza dal Palazzo Comunale di Asti, quindi nel centro storico.

La chef Sara prepara i piatti della tradizione astigiana con un pizzico di originalità e ottime materie prime, molte delle quali stagionali e a km0. 

Campanarò (opzioni veg) – Corso Vittorio Alfieri 36 (AT) – tel. 0141 33252

Ristorante relativamente giovane (apre nel 2008), in cui i piatti sono molto curati e l’attenzione verso le preparazioni tipiche e la materia prima è ai massimi livelli.

Interessatissime le rivisitazioni come il vitello tonnato senza maionese, il tiramisù allo zabaione o lo stracotto di manzo all’Arneis.

Una sensibilità notevole, testimoniata dai vari piatti e preparazioni vegetariane e vegane.

NEGOZI/CHICCHE GASTRONOMICHE AD ASTI

Borgo Affinatori – via Quintino Sella 28 (AT)

Questo laboratorio artigianale specializzato nell’affinamento e stagionatura è stato creato da Barbara e Lorenzo, due giovani cultori di formaggi, dove preparano anche taglieri da asporto e originali cheese cake nuziali.

Se farai una sosta potrai trovare il burro d’alpeggio alla Robiolca di Roccaverano oppure il lingotto di capra al gorgonzola riserva, oltre a tante altre squisitezze locali.

Daniella– Via Brofferio 159 (AT)

Raffaella e Daniela, insieme sono “Daniella”, laboratorio artigianale di pasticceria da oltre 20 anni, sempre gestita seguendo pochi ma fondamentali principi e la ricerca del gusto, della creatività e della bellezza.

Torte, biscotti e prodotti di pasticceria che seguono la tradizione e tutti rigorosamente artigianali.

Enoteca La Cantina – via Bernardino Pallio 13 (AT)

Enoteca fondata nel 1968 da Giuseppe Gerbi, che oggi conta due punti vendita ad Asti gestiti dalla figlia Claudia e dal nipote Alberto nel negozio in centro.

È presente una vasta selezione di vini (circa 3.000 etichette prevalentemente piemontesi), distillati, liquori, Champagne e spumanti. Specialità gastronomiche dolci e salate regionali per la preparazione di cesti e confezioni regalo per le festività. All’indirizzo di via Pallio, che fa orario continuato, è possibile fare degustazioni. 

Gattirandagi Speakeasy – via Quintino Sella 41 (AT)

Merita una sosta questo locale ambientato nella cantina più antica del centro storico di Asti, in un’atmosfera anni ‘20: un cocktail bar con una drink list ricca di tutti i grandi classici, suddivisi per base alcolica (non c’è la vodka, perché negli anni ’20 non era diffusa negli Stati Uniti).

All’ingresso vi chiederanno la parola d’ordine da scoprire sul web. Passerete una bella serata ascoltando dal vivo musica jazz, swing, e soul e degustando gli unforgettables, i cocktail a base di vermouth, oppure i drink storici, ma anche cocktail a base di Champagne o di Asti e Moscato, gli analcolici e una piccola selezione di birre. Per un’offerta di oltre 100 drink che potrete accompagnare anche con pizza gourmet.

Macelleria Sorba – corso Casale 242 (AT)

Un’attività portata avanti con passione dalla famiglia Sorba da oltre 50 anni. In questa macelleria di Asti è possibile trovare carni selezionate di bovini femmine e castrati di razza piemontese provenienti da allevatori certificati della zona, trasformate anche in gustosi agnolotti e succulenti manicaretti realizzati in loco per i più golosi.

Tra le specialità il bue grasso e, per le carni bianche, il coniglio grigio di Carmagnola. 

Succoso NonLatteria – piazza San Secondo 6 (AT)

Nel centro storico di Asti un locale accogliente, dove starete bene. Qui vengono prodotti e serviti succhi di frutta e verdura pressati a freddo, che la sera diventano cocktail, da accompagnare con prodotti di pasticceria preparati solo con ingredienti naturalmente dolci: senza zucchero, latte, uova e cotti nel forno spento.

Numerosi anche i prodotti certificati gluten free. Non mancano smoothie con latte vegetale, caffè monorigini e una piccola selezione di vini astigiani, birre piemontesi, frutta e verdura acquistabili nel loro angolo ‘mercato’.

HOTEL AD ASTI E DINTORNI

Cascina Lissona – Loc. Valgera (AT)

Per info e prenotazioni clicca QUI

Ex villa Gastaldi – Asti

Per info e prenotazioni clicca QUI

Coppo 1829 – Portacomaro (AT)

Per info e prenotazioni clicca QUI

EVENTI AD ASTI

Duja d’Or

La Duja d’Or (in piemontese l’antica brocca in terracotta che conteneva il vino) è un concorso enologico annuale che si svolge tra il secondo ed il terzo weekend di Settembre.

Palazzo Alfieri, Palazzo Gastaldi, Palazzo Ottolenghi, La Cascina del Racconto e da quest’anno la Camera di commercio e il Comune in Piazza San Secondo sono i teatri di questa manifestazione. E il vino, il suo futuro e l’importanza della diffusione della sua cultura, i temi che attraversano ogni anno tutta la manifestazione.

Festival delle Sagre Astigiane

Insieme alla Duja d’Or ed al Palio costituisce il “Settembre Astigiano”: il secondo weekend di settembre un vero e proprio villaggio gastronomico apre i battenti in piazza Alfieri e che prosegue per tutto il fine settimana. 

Potrai trovare un centinaio di piatti della tradizione gastronomica piemontese divisi tra antipasti, primi, secondi e dolci.

Palio di Asti

Apre il Settembre Astigiano il Palio di Asti, che durante la prima domenica del mese movimenta la vita e l’orgoglio degli astigiani.

Anticipato dalla sfilata storica, la stessa piazza Alfieri è il teatro del più antico palio in Italia, in cui gli alfieri montano i cavalli “a pelo” ovvero senza l’utilizzo della sella. 

Bagna Cauda day

È la festa del piatto piemontese per antonomasia, a base di tre ingredienti: olio, aglio e acciughe sotto sale.

Si tiene solitamente l’ultimo weekend di Novembre ed il primo di Dicembre, il periodo ideale per consumare questa preparazione molto saporita.

Dallo stesso argomento...